Rete civica del Comune di Firenze
Indice A-Z
testata per stampa

Scorciatoie - Navigazione del Documento

Scorciatoie - Funzionalità

  Home » Artigianato » Mestieri d'arte» Ceramica
testo piccolotesto mediotesto grandeStampa la pagina RSS Twitter Facebook

Ceramica


Già dal ‘200 il ceramista era un mestiere diffuso a Firenze. Nel centro storico esistono ancora via delle Fornaci, via dei Serragli e via della Mattonaia. Gli artigiani che lavorano le “terre” non formano una Corporazione propria, ma sono parte dell’Arte dei Medici e Speziali.
Dagli inizi del ‘300 alla fine del ‘700, la lavorazione della ceramica smaltata e la maiolica, divengono le attività predominanti di Montelupo fiorentino. Nel XV secolo anche la famiglia de’ Medici produce e colleziona maioliche e ceramiche. Nel 1737 il marchese Ginori inaugura la produzione di porcellane, dando vita alla prima industria italiana del genere, che produce preziosi oggetti d’arredo e vasellami, fino al 1896, quando si chiamerà Richard-Ginori. Nel 1896 Chini fonda a Firenze, in via Arnolfo, la manifattura “Arte della Ceramica” dando un importante contributo alla storia dello stile Liberty in Italia nel gusto della tradizione figurativa toscana.

Oggi il comparto ceramico è ancora considerato tra i più importanti settori dell’artigianato artistico toscano. La produzione consiste in svariati generi di manufatti e gli artigiani, operando alla luce delle più antiche e conosciute tradizioni toscane, pur mantenendosi attenti alle nuove tendenze, modellano la materia con il costante recupero delle forme e dei colori tradizionali.

     
    twitterfacebookyoutube

    città di firenze
    Comune di Firenze
    Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria
    50122 FIRENZE
    P.IVA 01307110484

    Amministrazione Trasparente: I dati personali pubblicati sono riutilizzabili solo alle condizioni previste dalla direttiva comunitaria 2003/98/CE e dal d.lgs. 36/2006